Moovit e AS Roma presentano il primo studio sulla mobilità verso lo Stadio Olimpico

Il 92% dei tifosi giallorossi chiede alle istituzioni un potenziamento dei mezzi pubblici da e per lo Stadio Olimpico. È quanto emerge dallo studio sulla mobilità condotto da Moovit in collaborazione con l’AS Roma in occasione degli ultimi nove incontri casalinghi disputati dalla squadra capitolina nella scorsa stagione.

L’analisi si pone l’obiettivo di mappare gli spostamenti degli spettatori verso lo Stadio Olimpico con l’obiettivo di stabilire priorità di intervento sulle principali problematiche individuate. In questo modo l’AS Roma pone le basi per un progetto di aggiornamento della mobilità urbana verso uno dei punti nevralgici della città proponendo soluzioni innovative che migliorino l’esperienza di chi intende vivere la propria passione calcistica usando mezzi di trasporto alternativi.

I dati sono stati raccolti con il supporto del MUMA (Moovit Urban Mobility Analytics), l’innovativo strumento che, con l’ausilio degli algoritmi avanzati per l’analisi dei Big Data, fornisce un'analisi completa e dettagliata sugli spostamenti da e verso aree specifiche e su una linea o una fermata determinata.

Dai risultati conclusivi si denota una sostanziale discrepanza tra il percorso da effettuare per dirigersi verso lo stadio Olimpico e quello per tornare a casa. Al 37% degli intervistati basta infatti un solo autobus per raggiungere l’impianto, percentuale che scende al 29% alla conclusione della partita, momento in cui oltre il 58% deve ricorrere a due o più linee per raggiungere la destinazione di partenza.

Anche i tempi percorrenza non soddisfano pienamente le aspettative dei supporters, il 46.5% dei quali impiega oltre un’ora per arrivare allo stadio con autobus, metro o ferrovie urbane. Le rilevazioni di Moovit mostrano infatti un’ulteriore discrepanza: il tragitto casa-stadio ha una durata media di 40-60 minuti che si prolunga a 50-70 minuti per il ritorno.

Tra le principali criticità emerse dall’analisi vi è la gestione del deflusso dallo Stadio Olimpico. Il 38% degli intervistati segnala la presenza di pochi autobus al termine del match, il 29% lamenta l’eccessivo sovraffollamento degli stessi e il 25% chiede l’estensione dell’apertura della metro fino all’1.30 in occasione degli incontri che hanno inizio alle 20.45.

«Per la prima volta viene effettuato uno studio sistematico sull’utilizzo del trasporto pubblico per recarsi allo stadio in occasione delle partite di Serie A ed è per noi motivo di grande orgoglio averlo condiviso con l’AS Roma che conferma il suo interesse a incentivare una mobilità sostenibile e innovativa», spiega Samuel Sed Piazza, Director of Partnerships di Moovit. «La nostra analisi vuole essere un punto di partenza per l’apertura di un tavolo di lavoro con i player della mobilità comunale e regionale allo scopo di rendere lo Stadio Olimpico un polo aggregativo facilmente raggiungibile. I risultati sono comunque confortanti: a Roma c’è una crescente voglia di utilizzare mezzi alternativi all’automobile. Il 68% degli intervistati vorrebbe infatti ricevere sempre maggiori aggiornamenti sull’infomobilità in occasione delle partite, dato che certifica la crescente attenzione dei romani su questo tema. Proprio per questa ragione a novembre abbiamo siglato un accordo con Atac che ci ha consentito di migliorare notevolmente la qualità delle informazioni fornite ai nostri utenti».

«Il Club da diversi anni, attraverso la continua ricerca di partnership strategiche, cerca di alleggerire e migliorare le problematiche legate alla mobilità dei nostri tifosi nel giorno della gara» dice Francesco Calvo, CRO di AS Roma.  «Il miglioramento dell’esperienza stadio passa anche attraverso l’attento studio delle criticità e la conseguente ricerca di possibili nuove soluzioni, come l’ultima iniziativa, in ordine cronologico, lanciata dal Club con BusForFun. Ringraziamo Moovit per aver condotto questa preziosa indagine».

Con oltre 330 milioni di utenti, Moovit è il più grande archivio di informazioni riferito alla mobilità urbana e l’app più utilizzata al mondo per i trasporti pubblici. Dai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016 alle Final Four di Eurolega 2018 è sempre stata presente nei grandi eventi sportivi per fornire ai propri utenti informazioni dettagliate e aggiornate sulla mobilità urbana.