Gallery: Hall of Fame, Giorgio Carpi in 5 scatti

All'indomani dell'annuncio dell'entrata di Giorgio Carpi nella Hall of Fame della Roma ecco una gallery con 5 foto esclusive della sua storia con la Roma.

Tra i più belli, questo ritratto di Giorgio Carpi centra alla perfezione lo stile del 'Signorino' della Roma degli albori. Elegante, loquace, profondamente romano e romanista: Carpi veste il giallorosso del Roman prima di entrare a far parte della neonata Roma nell'estate del 1927.
(Archivio AS Roma / Collezione Carpi)

Dai ricordi custoditi dalla famiglia Carpi, la più suggestiva tra le varie fotografie scattate in occasione di una giornata trascorsa al mare dai calciatori della Roma di Testaccio: Guido Masetti, Renato Bodini e Giorgio Carpi posano sul bagnasciuga.
(Archivio AS Roma / Collezione Carpi)

Giorgio Carpi, terzo da sinistra, posa sorridente tra i suoi compagni di squadra prima di un'amichevole disputata probabilmente nella seconda metà del 1929. Aprono lo schieramento 'Bibbitone' Mattei e il trasteverino De Micheli, quindi dopo Carpi altri due membri della Hall of Fame: Ferraris IV e Bernardini, seguiti da Dalle Vedove, Degni, Fornaciari, Ossoinach, Finesi, Eusebio e Pallotta.
(Archivio AS Roma / Collezione Finesi)

Fotografia con dedica a Giorgio Carpi e autografi degli undici calciatori della Roma ragazzi vincitori del campionato regionale 1952/1953, qui in posa al Campo della Rondinella domenica 28 giugno 1953 dopo l'ultima giornata del girone finale, l'incontro Lazio B-Roma A 0-3. "A Giorgio Carpi con immensa gratitudine per l'aiuto morale che ha saputo darci durante l'intero vittorioso campionato". In piedi da sinistra: il dirigente Carpi, il dirigente Carpentieri, Bruno Cimpanelli, l'allenatore Renato Bodini, Sergio Agnese, Giuseppe Chierichetti, Alberto Stefanelli, Piero Morabito, il capitano Egidio Guarnacci e uno dei due fratelli Donati, entrambi funzionari del club; accosciati: Giampiero Betello, Mario Cuppitelli, Giuseppe Leonardi, Alberto Molinari e Luigi Pistolesi. La fotografia è autografata anche da Virgilio Corradini, dirigente delle squadre minori.
(Archivio AS Roma / Collezione Carpi)

Calciatore, dirigente e anche allenatore. Giorgio Carpi è qui ritratto nella sua seconda ed ultima panchina in giallorosso, l'incontro Roma-Vojvodina 4-5, rocambolesco ritorno del primo turno della Mitropa Cup, Roma, Stadio Olimpico, domenica 3 luglio 1955. Accanto a Carpi è un altro nuovo membro della Hall of Fame, il capitano Arcadio Venturi, impegnato nella consegna della Lupa Capitolina al capitano della formazione jugoslava, schierata in questo match con il futuro allenatore romanista Vujadin Boskov nel ruolo di centravanti.
(Archivio AS Roma)

Pubblicità