AS Roma eSports

A febbraio l’AS Roma è entrata ufficialmente nel mondo degli sport elettronici, grazie all’arrivo delle prime tre star FIFA del club giallorosso: Aman Seddiqi, Sam Carmody e Nicolò Mirra.

I tre giocatori rappresentano la squadra eSports dell’AS Roma in tutti i tornei ed eventi ufficiali di sport elettronici.

Grazie all’ingaggio di questi tre giocatori l’AS Roma fa così il suo ingresso nell’universo degli sport elettronici, nei quali se la vedrà in prestigiosi tornei contro squadre del calibro di Paris Saint-Germain, Manchester City, Ajax, Valencia, Sporting Lisbona e Galatasaray.

Il manager della squadra eSports giallorossa sarà l’americano Colin Johnson. Al fine di garantire le migliori chance di successo al club nell’arena virtuale, la Roma ha avviato una collaborazione con Fnatic, organizzazione leader nel settore a livello mondiale.

Fnatic darà vita alla divisione eSports del club e fornirà supporto per la formazione e gli eventi, oltre al know-how logistico legato agli sport elettronici per far crescere e migliorare i giocatori in forza al club.

“La Roma è una delle società sportive più attive nel mondo digitale a livello globale ed è per questo che abbiamo lavorato per creare un’organizzazione in seno al club che potesse coinvolgere gli appassionati attraverso tutti i canali digitali”, ha affermato Jim Pallotta, Presidente dell’AS Roma. “Con la crescita esponenziale degli sport elettronici e la continua attenzione nei confronti di giochi come FIFA, abbiamo avviato una partnership con Fnatic, organizzazione leader nel settore degli sport elettronici a livello mondiale, per dare vita a una squadra eSports. La joint venture ci consentirà di stabilire una presenza importante nel mondo degli sport virtuali e di coinvolgere gli appassionati attraverso nuove ed entusiasmanti modalità”.


INSA

Nome: Nicolò Mirra
Data di nascita: 13 giugno 1994
Luogo di nascita: Milano, Italia
Debutto professionale: 2013
Stile di gioco: "Faccio girare molto il pallone, caratterizzato da molto possesso. Non sono molto legato alle skill e alle finte: cerco di fare solo quelle giuste, al momento giusto, ma non sono mai troppe. Mi piace variare il gioco sia centralmente, sia sulle fasce. Il mio gioco è dinamico e se non riesco a trovare spazio per il passaggio verticale, preferisco sempre tornare indietro. Tanto prima o poi in FIFA qualcuno sbaglia…".
Sistema di gioco preferito: "All’inizio parto con un 4-2-3-1 e poi, se sulle fasce non trovo spazio, schiero un rombo stretto, il  4-1-2-1-2".
Giocatore della Roma preferito: “Totti. Sono cresciuto con lui, da quando sono ragazzino c’è sempre stato ed è sempre stato allucinante, anche sui videogiochi. L’ho visto a San Siro e dal vivo è ancora più forte”.
Giocatore della Roma preferito su FIFA: “Nainggolan. Perché è perfetto per FIFA. Ha statistiche alte, è veloce, ha un buon dribbling, nel gioco si sfrutta sia a livello difensivo sia come trequartista. Non ha una caratteristica che non funzioni”.
Perché hai scelto la Roma: "È un club tradizionale, la squadra della nostra capitale. Una delle squadre più importanti a livello europeo. Ci sono tanti motivi, tra questi c’è l’onore che ho nel vestire la stessa maglia di Totti".
Obiettivi: “Voglio cercare di arrivare al mondiale e di fare risultato. È questo l’obiettivo. Se punti in alto, cadi sempre in piedi. Se puntassi solo a un campionato italiano e perdessi non avrei nient’altro in mano. Puntato a livello mondiale hai comunque tanti altri eventi in cui competere".


POACHER

Nome: Sam Carmody
Data di nascita: 3 settembre 1999
Luogo di nascita: Exeter, England
Debutto professionale: 2013
Stile di gioco: "Mi piace pensare di essere un giocatore versatile. Un giorno gioco veloce, un altro con più cautela. Se vedo che il contropiede con il 4-1-2-1-2 funziona, resto fedele a quel modulo ma posso usare anche il 4-2-3-1 prediligendo il possesso palla. Cambio spesso squadra durante la settimana così da essere in grado di proporre diversi stili di gioco".
Sistema di gioco preferito: "O il 4-1-2-1-2 oppure il 4-2-3-1 stretto. Il 4-1-2-1-2 (2) è il più utilizzato dai giocatori professionisti perché è molto efficace e il 4-2-3-1 riesce ad attaccarlo bene per via dell’ampiezza".
Giocatore della Roma preferito: “Sicuramente Francesco Totti. Ovviamente non è così frequente che un inglese faccia il tifo per una squadra italiana, ma mio fratello tifava per la Roma quando era ragazzo. Il suo giocatore preferito era Totti ed era così preso dalla squadra giallorossa che i miei genitori l’hanno soprannominato proprio “Totti” quando era un ragazzino, quindi, sì, direi Totti".
Giocatore della Roma preferito su FIFA: “Mohamed Salah. Su Ultimate Team ha dei colpi notevoli, alla pari di giocatori del calibro di Neymar o Ronaldo. Ha un sinistro micidiale ed è alto 1,75 m, altezza perfetta per un attaccante. Su FIFA è davvero forte”.
Perché hai scelto la Roma: "Mio fratello era un tifoso dei giallorossi, quindi questo è uno dei motivi. Ma anche perché è un grande club, molto rinomato a livello mondiale".
Obiettivi: “Non mi piace fare previsioni a lungo termine, ma dico che voglio qualificarmi per la FIFA Interactive World Cup del 2017 e puntare a un piazzamento alto, se non addirittura vincere la competizione".



Clicca qui per seguire @RomaeSports su Twitter.