Organigramma Societario

James J. Pallotta

James J. Pallotta è presidente e fondatore della Raptor Capital Management LP. Nell’Agosto del 1993 è entrato a far parte della Tudor Investment Corporation con il ruolo di direttore della U.S. Equities Group, divenendone in seguito Vice Direttore. In passato ha ricoperto il ruolo di Vice Presidente Senior e Direttore delle Ricerche della Essex Investment  Management Company. Il Signor Pallotta fa parte del CDA di alcune organizzazioni filantropiche tra le quali il Trustee of the Boston Children’s Hospital, il Buoniconti Fund, la Big Brother Association e il Berklee College of Music. Il Signor Pallotta, nato e cresciuto a Boston, è membro del comitato esecutivo dei Boston Celtics e dell’A.S. Roma ed ha ottenuto un MBA presso la Northeastern University oltre ad un BBA in Finanza presso l’Università del Massachussets.


Umberto Gandini

Nato a Varese l’11 aprile 1960, sposato, due figli, laureato in Giurispridenza presso l'Università Statale degli Studi di Milano. Dopo la laurea iniziò la sua carriera nell'industria sportiva come consulente sui Diritti Sportivi presso RTI (oggi parte del gruppo Mediaset). Assunto nel 1989 come Acquisition Executive Sport Programs, è diventato Dirigente responsabile degli acquisti sportivi per le reti del Gruppo Fininvest (ora Mediaset) nel gennaio del 1993. Nel luglio dello stesso anno, mantenendo l'incarico presso RTI ha iniziato a collaborare con l'AC Milan come Direttore Organizzativo e Team Manager, fino al luglio del 1998 quando ha lasciato le responsabilità in ambito televisivo ed è passato definitivamente nei quadri dirigenziali dell'AC Milan.

Durante la sua carriera presso l'AC Milan ha ricoperto numerosi incarichi a livello nazionale ed internazionale, sia nell'ambito della Lega Serie A (Commissione Marketing, Commissione Diritti TV), sia in UEFA (Club Competition Committee, Professional Football Strategie Committee) sia in FIFA (Club Committee, Task Force for International Calendar). Nel corso degli anni ha sviluppato un vasto network nell'industria sportiva e ha operato ad alto livello nella politica sportiva nell'interesse del calcio europeo. Ha attivamente contribuito alla fondazione ed alla gestione dell'European Club Association (ECA) della quale è stato Primo Vice Presidente e Membro del Consiglio fino al settembre del 2016. Nella sua posizione presso l'AC Milan è stato responsabile per tutte le attività della prima squadra come anche delle negoziazioni dei diritti Tv e New Media in staff con l'Amministratore Delegato di AC Milan Adriano Galliani, diventando Direttore Esecutivo Area Sportiva nel settembre del 2015. Durante la sua permanenza ha contributo alla partecipazione a 6 Finali di UEFA Champions League, 4 Finali di UEFA Supercup, 4 Finali di Coppa Intercontinentale/FIFA Club World Cup e alla vittoria di 6 Campionati Italiani di Serie A. Il 28 ottobre è stato nominato Amministratore Delegato dell'AS Roma. 


Mauro Baldissoni

Mauro Baldissoni nasce a Roma il 14 aprile del 1970: nella capitale consegue nel 1993 la Laurea in Giurisprudenza, magna cum laude, presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Roma, Baldissoni diviene un esperto di Diritto Societario e Finanziario. Dal 1996 lavora con lo Studio Tonucci & Partners per cui ha seguito negli anni clienti importanti tra cui il Ministero del Tesoro (nell’ambito del processo di privatizzazione di Telecom Italia S.p.A.), Alitalia S.p.A., Enel S.p.A., Lottomatica S.p.A. Negli anni ha curato la predisposizione e la redazione di prospetti informativi in occasione delle operazioni di collocamento azionario nei mercati nazionali ed internazionali e l’analisi degli obblighi inerenti alle offerte pubbliche di acquisto a carico di investitori esteri. Ha inoltre svolto attività di consulenza e contrattualistica per numerose società concessionarie di servizi pubblici. Dal 2011 è Consigliere di Amministrazione dell’A.S. Roma..


Charlotte Beers

Charlotte Beers ha cominciato la sua carriera nel mondo della pubblicità come account executive presso la J. Walter Thompson Advertising, diventando la prima donna a ricoprire il ruolo di Senior Vice President nella storia dell’azienda. Una volta terminata la sua esperienza con la J. Walter Thompson Advertising, la dott.ssa Beers è stata invitata portare le sue conoscenze e capacità di risanamento aziendale alla Tatham Laird & Kudner nel ruolo di amministratore delegato. Durante la sua esperienza come AD di Tatham, gli introiti dell’azienda sono triplicati e il portafoglio clienti si è riempito di nomi importanti. Il suo successo l’ha portata all’impiego successivo come Presidente/A.D. di Ogilvy & Mather Worldwide, un’impresa pubblicitaria multinazionale con un fatturato di 5.4 miliardi che offre lavoro a 8.000 dipendenti. Nei cinque anni trascorsi in azienda, i fatturati sono cresciuti di due miliardi di dollari. Nella Harvard Business School e in molte altre università si insegna ancora oggi un case study sulla leadership intitolato “Charlotte Beers alla Ogilvy”. Dal 2001 al 2003, la dott.ssa Beers è stata Sottosegretario di Stato degli Stati Uniti per la Pubblica Diplomazia e gli Affari Pubblici, assumendo il compito di promuovere il Brand America nel mondo e concentrandosi in particolar modo sul Medioriente. Per i servizi resi, la dott.ssa Beers ha ricevuto la Medaglia al Merito, l’onorificenza più alta del Dipartimento di Stato. Tra gli altri riconoscimenti conferiti alla dott.ssa Beers ci sono il “Legend in Leadership Award” della Yale School of Management, un premio come “Donna dell’anno” di Glamour Magazine, il Sara Lee Frontrunner Award e il prestigioso Matrix Award della New York Women in Communications. La dott.ssa Beers è stata anche inserita nella Advertising Hall of Fame nel 2009. Attualmente, la dott.ssa Beers è membro del CdA della Martha Stewart Living Omnimedia e tiene seminari in tutta Europa e Stati Uniti chiamati “The X Factor”, dove la “X” rappresenta il potenziale delle donne al comando. I workshop hanno dato alle donne gli strumenti per assumersi responsabilità, trovare orgoglio e potere nel lavoro e imparare a non perdere alcuna occasione per condurre i vari settori che rappresentano.


Gianluca Cambareri​

Gianluca Cambareri nasce a Roma il 15 febbraio del 1976. Nel 2000 consegue la Laurea in Giurisprudenza presso l’Università L.U.I.S.S. Guido Carli di Roma. Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Roma, Gianluca collabora con lo Studio Tonucci & Partners dal 2000. Specializzato nelle aree corporate e M&A, finance e capital markets, presta assistenza in favore di società quotate sia in via continuativa, gestendo i rapporti con le rispettive Autorità di Vigilanza, sia in operazioni di finanza straordinaria.
In materia societaria, si occupa di operazioni di acquisizioni e cessioni di partecipazioni azionarie. Tra i clienti assistiti si segnalano, tra l’altro, F2i - Fondi Italiani per le Infrastrutture Sgr S.p.A. (il primo fondo italiano per le infrastrutture), e Lottomatica S.p.A., (ora GTECH S.p.A.) società leader nel settore dei giochi e scommesse. È stato consulente del Ministero del Tesoro (oggi Ministero dell'Economia e delle Finanze) nell'ambito dei progetti di implementazione ed armonizzazione comunitaria (cd. “Twinning Program").
Nell'ambito della sua attività professionale, presta assistenza continuativa a diverse Federazioni Sportive affiliate al C.O.N.I. ed a diverse società sportive.
È docente in diversi master professionali sia in ambito del diritto societario che del diritto sportivo ed autore di diverse pubblicazioni su temi di diritto societario e finanziario.
Dal 2011 ricopre la carica di consigliere di amministrazione della NEEP Roma Holding S.p.A. e della A.S. Roma Real Estate Srl.


Richard D’Amore​

Richard D’Amore opera nel settore del venture capital da oltre tre decenni. È il cofondatore della North Bridge, un’impresa di venture capital innovativa e in forte espansione. Prima di collaborare alla creazione della North Bridge, ha lavorato per 12 anni alla Hambro International Equity Partners, di cui ha avviato la sede di Boston. Prima di approdare nell’industria del venture capital, è stato consulente della Bain & Company e Revisore Ufficiale dei Conti presso la Arthur Young & Company. Richard si è laureato alla Northeastern University, Summa Cum Laude nel 1976 e ha completato un MBA presso l’Harvard Business School nel1980, che frequentava come borsista. Oltre a far parte di diversi consigli pubblici e privati, è membro del Consiglio degli Amministratori Fiduciari presso la Northeastern University, dove svolge il ruolo di Vice Presidente.


John Galantic

Nel 2007, John Galantic è diventato Presidente e Direttore Operativo della Chanel Inc, a capo delle operazioni commerciali e dello sviluppo strategico dei settori moda, cosmetica, orologi e gioielli negli Stati Uniti. Ha trascorso 25 anni sviluppando brand e costruendo team in Europa, Asia e Stati Uniti. John lavora nel quartier generale globale Chanel di New York. Dal 2001 al 2006, John è stato Presidente della Coty Beauty Usa e America Latina, e ha supervisionato la crescita dei marchi dedicati alla cura del corpo e alla cosmetica della Coty, compresi Adidas, Calvin Klein e Rimmel. Durante il suo mandato alla Coty, le vendite globali si sono quadruplicate arrivando a 4 miliardi di dollari, grazie alla creazione di marchi registrati di celebrità, acquisizioni e innovazione del prodotto. Dal 1995 al 2000, John ha svolto la sua attività professionale nel settore di global marketing e general management della Glaxo Smithkline, a Londra, New York e Bruxelles. Sotto la sua direzione, la Nicorette e la Nicoderm sono passate da un ricavato pari a 20 milioni di dollari come farmaci acquistabili con prescrizione medica, a vendite  pari a  500 milioni di dollari come marchi di ampio consumo. Dal 1990 al 1995, John ha svolto la sua attività nel settore marketing presso la Procter & Gamble Europa, con sede a Roma, e più tardi a Londra. Durante il suo operato alla P&G Italia, John ha avuto la fortuna di lavorare con dirigenti di spicco attualmente a capo di società di importanza mondiale come Estee Lauder, Coty, Revlon, Sky Italia, Campari e Baccarat e i leader di LVHM e Luxottica. John è nel Consiglio di Amministrazione della Bacardi Ltd e della Zoom Media, oltre a quello dell’organizzazione no-profit Population Development Association in Tailandia. Si è laureato alla Tufts University e alla Harvard Business School. Parla fluentemente inglese, italiano e francese. Da sempre legato alla città di Roma, è un appassionato tifoso dell’AS Roma sin da bambino. Una passione che gli è stata tramandata da suo padre, il Dott. Ivan Galantic, che ha vissuto nella capitale dal 1939 al 1951.


Stanley P. Gold

Stanley P. Gold è attualmente Presidente del Consiglio d’Amministrazione della Shamrock Holdings, Inc., società privata d’investimenti con sede a Burbank, in California, che ha gestito e portato a termine numerosi investimenti. Shamrock ha inoltre finanziato e diretto altri fondi di investimento separati. Stanley P. Gold è anche Consulente dello studio legale Gang, Tyre, Ramer & Brown, Inc. La Shamrock Holdings, Inc. è una società d’investimenti diversificati interamente di proprietà della famiglia Roy E. Disney. Sin dalla sua fondazione, la Shamrock ha gestito transazioni per un valore complessivo di oltre 3 miliardi di dollari. Prima di entrare a far parte della Shamrock, Stanley P. Gold era un socio dirigente della Gang, Tyre, Ramer & Brown, Inc., un importante studio legale di Los Angeles con cui iniziò a collaborare nel 1968. Per vari anni si è specializzato in acquisizioni, ristrutturazioni, vendite e finanziamenti aziendali. Nel corso della sua carriera imprenditoriale, il dott. Gold è stato presidente della Shamrock Broadcasting, Inc., presidente della società e poi presidente del consiglio d’amministrazione della Central Soya Company, Inc., presidente di Enterra Corporation (NYSE/EN, presidente di Koor Industries Ltd. (NYSE/KOR), Presidente di Tadiran Communications, direttore di The Walt Disney Company (NYSE/DIS), Ansell, Ltd (ANN/ASX) e dirigente di iPass Inc. (NASDAQ/iPAS). Stanley P. Gold, nella sua carriera di avvocato e investitore, è stato, a più riprese, una vera e propria guida per il cambiamento e lo sviluppo aziendale. Ha tenuto lezioni in varie facoltà di legge ed economia sui temi della corporate governance, dell'etica e della leadership aziendale. Nato a Los Angeles, Stanley P. Gold ha studiato alla University of California di Berkeley, laureandosi poi alla University of California di Los Angeles in scienze politiche. Dopo aver ricevuto il titolo di Dottore in Giurisprudenza alla Gould School of Law della University of Southern California nel 1967, ha seguito un programma post laurea alla Cambridge University in Inghilterra. Le sue affiliazioni civili e professionali includono: partecipazioni nel Consiglio Direttivo dello Hebrew Union College - Jewish Institute of Religion (Presidente del Consiglio Direttivo dal 1991 al 1996); Consiglio d’amministrazione della University of Southern California (Presidente dal 2001 al 2006); Consiglio della Federazione Ebraica di Los Angeles (Presidente dal 2007 al 2009), membro del Consiglio d’Amministrazione dello USC Law Center e del consiglio dei supervisori della USC Keck School of Medicine. Stanley P. Gold e la moglie Ilene vivono a Beverly Hills. Hanno due figli adulti, Charles e Jennifer, e un nipote.


Mia Hamm

Mariel Margaret Hamm è nata il 17 marzo del 1972 a Selma, Alabama.  È figlia del Colonnello dell’Aeronautica degli Stati Uniti William Hamm e di Stephanie Hamm. Ha tre fratelli e due sorelle.  Si é laureata nel 1994 all’Università del Nord Carolina presso la Facoltà di Scienze Politiche.  Nel novembre del 2003 si è sposata con Nomar Garciaparra.  Vivono adesso a Manhattan Beach, in California, insieme ai tre figli: Ava, Grace, e Garrett. Principali riconoscimenti in campo sportivo: 2014 Vincitrice del Golden Foot Award, Categoria Leggende (Prima calciatrice donna); 2013 Nominata per la World Futbol Hall of Fame.  Prima donna e prima Americana; 2007 Eletta nella Hall of Fame del Calcio Statunitense; Detentrice del primato assoluto per numero di gol segnati nella storia del calcio internazionale, sia maschile che femminile, fino al 2013; Detentrice del primato assoluto nella storia del Calcio Statunitense con 158 goal e 144 assist; 2004 Medaglia d’Oro Olimpica; 2001 & 2002 Calciatrice dell’anno della FIFA; 2000 Medaglia d’Argento Olimpica; 1999 Vince i Mondiali di Calcio, la Nike le dedica il suo più grande edificio dandole il suo nome; 1996 Medaglia d’Oro Olimpica; 1991 Vince i Mondiali di Calcio; 1989-93 Quattro volte vincitrice del NCAA all’Università del Nord Carolina; 1987 Calciatrice più giovane (15 anni) in campo per la Nazionale degli Stati Uniti. Mia Hamm Foundation: nel 1997, il fratello di Mia, Garrett, è deceduto per complicazioni da Anemia Aplastica e Mielodisplasia. In suo onore, ha  istituito la Mia Hamm Foundation.  L’obiettivo della fondazione è promuovere campagne di sensibilizzazione e raccogliere fondi per pazienti che necessitano di trapianti di midollo osseo e per le loro famiglie. Ma anche incoraggiare l’attività sportiva per le ragazze giovani. Per ulteriori informazioni, vistate il sito: miafoundation.org


Brian Klein

Brian Klein è il cofondatore e Amministratore Delegato della Steelhead Partner LLC (Seattle, Washington). Prima di fondare la società, Klein era direttore esecutivo per la banca d’affari internazionale Goldman, Sachs & Co; prima ancora aveva trascorso oltre tre anni presso la Bayerische Vereinsbank di Monaco, in Germania, dopo aver lavorato per otto anni in un’industria privata a conduzione familiare. Klein è il presidente e il produttore esecutivo di AFRICA TEN. Fa inoltre parte del Consiglio di Amministrazione della Freestone Wealth Management, Redwood Real Estate, MOD Pizza e William Noble Rare Jewels. È il fondatore/proprietario della Sustainable Solution, azienda leader innovatrice per quanto riguarda l’abbigliamento riciclato ed ecosostenibile. Oltre a ciò, è Presidente dello sviluppo della US Soccer Foundation, membro del consiglio di amministrazione e cofondatore della Rainier Scholars ed ex presidente del Crossfie Premier Soccer Club. È un membro del Consiglio consultivo, ex presidente e cofondatore del Seattle Scores. Inoltre, è un ex membro del consiglio di amministrazione del Seattle World Affairs Council, della Lake Washington Youth Soccer Association, dell’America Scores, dell’Up with People International, della Bush School e membro dell’American Council in Germania. Klein è stato uno dei fondatori ed ex presidente dell’International Business Club E.V. Munich, che in Germania è la società nazionale più grande di giovani professionisti negli affari. Ha partecipato per sette volte alla German-American Young Leaders Conference. Ha studiato presso la Texas Christian University, conseguendo un BA in Storia e presso la Southern Methodist University per un MBA in finanza. Dal dicembre del 2011 è entrato nel CDA di AS Roma


Benedetta Navarra

Benedetta Navarra è nata a Roma il 24 marzo 1967. Laureata con lode prima presso la Luis in Economia e Commercio e poi presso la Sapienza in Giurisprudenza, la Navarra è stata docente in Diritto della banca e della borsa alla Facoltà di Giurisprudenza della LUISS ed è attualmente docente del Master in diritto di impresa della medesima università.  Autrice di diversi diverse pubblicazioni su temi di diritto bancario e finanziario, la Navarra, avvocato e dottore commercialista, è esperta di Diritto Societario e di Diritto Bancario e dei Mercati Finanziari. Si occupa prevalentemente di problematiche societarie di diritto bancario, finanziario e dei mercati, curando la contrattualistica, anche internazionale in materia. Ha maturato una significativa esperienza in tema di gestione della crisi di impresa, project financing, securitization di crediti bancari e di responsabilità dell'intermediario nella prestazione dei servizi di investimento, anche nell'ambito dei procedimenti sanzionatori attivati dalle Autorità di Vigilanza. Ha partecipato al team per l'assistenza legale al Ministero del Tesoro nelle privatizzazioni di Banca Nazionale del Lavoro, Mediocredito Centrale, Banco di Sicilia e Credito Industriale Sardo. Senior partner di Graziadei Studio Legale dall'anno 2003, la Navarra attualmente ricopre la carica di membro del consiglio di amministrazione di Yapi Kredi Bankasi e di componente del collegio sindacale di Equitalia SpA, Poste Italiane SpA ed LVenture Group SpA. Dall'ottobre 2011 è membro del consiglio di amministrazione dell'AS Roma.


Cam Neely

Cam Neely è alla sua quinta stagione nel ruolo di Presidente dei Boston Bruins, una squadra di hockey professionista con sede a Boston, nel Massachusetts, Stati Uniti. Neely è solamente l’ottava persona a ricoprire questa carica nella storia della franchigia e supervisiona tutte le operazioni sportive e aziendali dei Bruins. Sin dall’inizio, il suo obiettivo è stato quello di porre all’avanguardia la società negli standard di settore in tutte le aree di competenza. Sotto la sua direzione, nel 2012 i Bruins sono stati eletti Squadra dell’Anno dallo Sport Business Journal per “eccellenza, crescita, creatività, innovazione, piano d’impresa, implementazione e risultati”. Neely svolge anche il ruolo di Vice Direttore del Club. Dal 2007 fino alla metà del 2010, Neely è stato anche Vice Presidente dei Bruins.

Neely, nel 1983, ha militato nei Vancouver Canucks, una squadra professionista di hockey sul ghiaccio di Vancouver, British Columbia, Canada. Ha iniziato a giocare con i Bruins all’età di 21 anni, nel giugno del 1986. Neely è stato nominato quattro volte nel secondo sestetto dell’All-Star a Boston, è stato capocannoniere per sette stagioni ed è stato per ben due volte il giocatore che ha realizzato il maggior numero di punti. Attualmente è al quinto posto nella classifica dei Bruins come miglior marcatore e al nono posto in quella delle squadre nazionali. Con i Bruins, Neely detiene anche il primato di maggior numero di gol realizzati nei play-off ed è al settimo posto nella storia del club, sempre per i play-off, con un totale di 87 punti.

I Bruins hanno ritirato la maglia numero 8 indossata da Neely, durante una cerimonia che si è svolta il 12 gennaio 2004, mentre nel 2005 è entrato nella Hall of Fame dell’hockey. Nel 2010 è stato premiato con un riconoscimento di Lega, il Lester Patrick Award, per il suo ‘encomiabile contributo all’hockey statunitense’. Neely attualmente fa parte del Consiglio di Amministrazione della Hockey Hall of Fame.

Il suo impegno a Boston non è rimasto confinato al mondo dell’hockey, ma si è esteso in maniera attiva a molte opere benefiche. Nel 1995, in memoria dei genitori Mike e Marlene, insieme al fratello e alle sorelle ha istituito la Cam Neely Foundation per la cura del cancro. Oltre alla Neely House, che fornisce alloggio e sostegno alle famiglie di pazienti sottoposti a terapie per la cura del tumore, la fondazione sostiene la Neely Cancer Fund, di cui fanno parte il Neely Center per le ricerche oncologiche, il Neely Cell Therapy and Collection Center e l’unità pediatrica per il trapianto di midollo osseo.


Barry Sternlicht

Barry Sternlicht è Presidente e Amministratore Delegato di Starwood Capital Group, azienda di investimenti privati da lui fondata nel 1991 che si occupa di mercato immobiliare globale, gestione alberghiera, mercato gas e petrolifero, infrastrutture energetiche e mercati azionari. Il dott. Sternlicht è inoltre Presidente di Starwood Property Trust, la più grande società fiduciaria commercial per l'investimento in beni immobili negli Stati Uniti (NYSE: STWD); Starwood Waypoint Residential Trust (NYSE: SWAY), uno dei più grandi investitori, proprietari e operatori di case monofamiliari quotati in borsa negli Stati Uniti; TRI Pointe Homes (NYSE: TPH), uno dei maggiori costruttori edili degli Stati Uniti; l’operatore alberghiero Societé du Louvre; e il produttore di cristalleria Baccarat S.A.
Negli ultimi 23 anni, il dott. Sternlicht ha effettuato investimenti strutturati per un valore patrimoniale di circa 47 miliardi di dollari. I fondi di Starwood Capital hanno investito su circa 70.000 unità multifamiliari/condominiali, 2.200 hotel, oltre 40 milioni di metri quadri per proprietà a uso ufficio, 36 milioni di metri quadri a uso commerciale e 46.000 appezzamenti di terreno in suddivisioni residenziali. Attualmente, l’azienda gestisce beni per un valore complessivo di circa 33 miliardi di dollari in rappresentanza del proprio alto valore netto e di partner istituzionali. La Starwood Capital impiega circa 480 dipendenti più altri 470 nella rete dei prestiti. L’azienda ha sedi a Greenwich (sede centrale), Atlanta, San Francisco, Washington D.C., Los Angeles, Chicago e Miami oltre a uffici affiliati a Londra, Lussemburgo, Parigi, Francoforte e San Paolo.
Dal 1995 fino agli inizi del 2005, il dott. Sternlicht è stato Presidente e Amministratore Delegato di Starwood Hotels and Resorts Worldwide (NYSE: HOT), azienda fondata nel 1995. Nel corso del suo incarico ha trasformato la Starwood Hotels in una delle aziende alberghiere leader nel mondo, dando lavoro a più di 120.000 persone con 895 proprietà in 100 paesi. Starwood Hotels è proprietaria, operatrice e franchiser pienamente integrata di strutture alberghiere. Il dott. Sternlicht ha creato W Hotels, forse il marchio “boutique” più di successo nel mondo e ha trasformato il brand St. Regis Hotel da struttura alberghiera singola a marchio globale.
Nel 2013, il dott. Sternlicht è stato nominato come Persona Più Importante nella Finanza Commerciale Immobiliare da The Mortgage Observer. Nel 2010, Sternlicht è stato nominato Dirigente dell’Anno e Investitore dell’Anno dal Commercial Property Executive. E’ stato inoltre nominato Miglior CEO alberghiero d’America dall’Institutional Investor Magazine. E’ membro della Interior Design Magazine Hall of Fame. Ha ricevuto il Preston Robert Tisch Distinguished Industry Leader Award dalla New York University, il CEO Diversity Award dalla Diversity Best Practices/Business Women’s Network, il Lifetime Achievement Award dalla Association of Travel Marketing Executives, l’Hospitality Heritage Award dall’American Hotel and Lodging Association e il Marketer of the Year Award da Brandweek. Il lavoro in ambito umanitario del dott. Sternlicht gli è valso onori di prestigio a livello nazionale, come il titolo di uomo dell’anno della JDRF, il JDRF Living and Giving Award e JDRF Chairman’s Award.
Il dott. Sternlicht è dirigente dell’università in cui si è laureato, la Brown Univeristy. Inoltre, è membro del Consiglio d’Amministrazione di The Estée Lauder Companies, Restoration Hardware, la Pension Real Estate Association (PREA) e la Real Estate Roundtable. Inoltre, riveste la carica di presidente del consiglio direttivo della Robin Hood Foundation ed è membro del CDA del Dreamland Film & Performing Arts Center e del Consiglio Direttivo di Americans for the Arts. E’ inoltre membro della World Presidents Organization e dello Urban Land Institute.
Barry Sternlicht ha ottenuto una laurea di primo livello con lode alla Brown University. Successivamente, ha conseguito un Master in Business Administration con lode alla Harvard Business School.


Alba Tull

Alba Tull è una talentuosa fotografa multidisciplinare con sede a Los Angelese, attiva nel settore delle gallerie d’arte e in ambito commerciale (oltre che regista). Alba Tull è riuscita a farsi un nome nell’industria grazie alle collaborazioni con le personalità più rappresentative del nostro tempo.

Il portfolio fotografico di Alba Tull e il suo lavoro “di galleria” sono caratterizzati da soggetti eterogenei, tra cui Harrison Ford, Charlie Hunnam, Willie Nelson, Billy Bob Thronton. Olivia Wilde, Chadwick Boseman, Joe Manganiello, Paula Patton e Laura Haddock. Tull ha svolto il ruolo di produttore associato e fotografo principale nell’acclamato documentario rock di Davis Guggenheim It Might Get Loud (2008), in cui l’artista ha immortalato musicisti del calibro di Jimmy Page, Jack White e The Edge. Il suo lavoro, poi, è stato inserito in una mostra allestita in occasione del Toronto Film Festival.

I suoi scatti sono inoltre apparsi in riviste nazionali quali Vanity Fair e Rolling Stone, soprattutto quando Tull ha partecipato in qualità di fotografo principale all’evento organizzato alla Casa Bianca alla presenza del Presidente Barack Obama e della First Lady Michelle Obama in cui è stato proiettato il celebre film 42.

Alba Tull ha inoltre servito in qualità di produttore esecutivo per il documentario sul baseball Fast Ball, accolto molto positivamente dalla critica, in cui compaiono leggende del calibro di Hank Aron, Nolan Ryan, Bob Gibson e Derek Jeter, assieme a scrittori e scienziati che discutono di come la magia del baseball può essere ridotta al momento in cui una fastball lanciata a 100 miglia all’ora può raggiungere casa base in 396 millisecondi. Le foto di Alba Tull sono inoltre apparse sulle locandine e il materiale commerciale in occasione della distribuzione ad opera di Legendary Pictures e Universal Pictures di Crimson Peak, con Jessica Chastain, Tom Hiddleston, Charlie Hunnam e Mia Wasikowaski, nonché del film Warcraft, ispirato alll’universo Blizzard e diretto da Duncan Jones.

Tull sta attualmente lavorando a un book fotografico in collaborazione con Guillermo del Toro, che mira a catturare la tragica bellezza dei cimiteri sacri e storici sparsi per il mondo.

Alba Tull presiede inoltre la Tull Family Foundation (TFF), fondata assieme al marito Thomas per sviluppare progetti filantropici nel campo dell’istruzione, delle scienze e della salvaguardia della natura. La TFF si impegna inoltre ad assicurare ai bambini sicurezza e opportunità, nonché mentori per i giovani più vulnerabili affinché questi possano avere successo in ambito scolastico e non solo, tutte questioni che stanno particolarmente a cuore ad Alba Tull.

La fotografa fa inoltre parte del consiglio di amministrazione del Pittsburgh’s Carnegie Science Center, è ambasciatrice della Division of Digestive Diseases della UCLA, fa parte della Jackie Robinson Foundation e dell’Highlands Circle della Carnegie Mellon University.


COLLEGIO SINDACALE

PRESIDENTE

Claudia Cattani

SINDACI EFFETTIVI

Massimo Gambini

Pietro Mastrapasqua

SINDACI SUPPLENTI

Riccardo Gabrielli

SOCIETÀ DI REVISIONE

BDO Italia S.p.A.